Richiedi un preventivo SUBITO senza impegno

Molti ci scrivono per chiedere come fare per ottenere un Finanziamento presentando come Garanzia la prova che percepiscono una pensione di invalidità totale o parziale. Andiamo avanti e scoprirete se e come voi che ricevete una pensione di invalidità siete nelle condizioni di poter richiedere un finanziamento senza dover penare e soprattutto arrivare la momento della richiesta con le idee chiare su quello che è possibile ottenere.
Ai fini di una eventuale decisione, la società finanziaria o la Banca alla quale si è richiesto il prestito valuteranno la solvibilità del cliente sulla base della sua capacità di pagare tutte le rate mensilmente e con costanza. In questo senso il fatto di percepire un reddito da lavoro dipendente oppure una pensione di invalidità potrebbe non fare differenza salvo per un fatto ovvio quanto cinico: se ad un ulteriore controllo dell’INPS l’utente risultasse non più o non completamente invalido (cosa non infrequente), la pensione verrebbe meno e dunque anche la fonte dalla quale provengono gli importi che servirebbero al pagamento della rata; inoltre l’invalido potrebbe avere meno possibilità rispetto agli altri di integrare le entrate con un secondo lavoro. D’altro canto di solito le pensioni di invalidità non sono altissime, dunque bisognerà necessariamente ricorrere ad una rata sostenibile ovvero che non superi il 30% della cifra che mensilmente si percepisce.
Dunque facendo dei rapidi calcoli, con una pensione di invalidità civile di 600 euro al mese potrebbe essere alla base di un finanziamento la cui rata non superi i 200 euro (600€*30%). Se osserviamo il piano di ammortamento di un prestito di 5000 euro da restituire in 24 mesi (due anni) con un ipotetico interesse dell’8% fisso osserviamo che la rata da pagare si avvicina molto a questa cifra. Osserviamo la seguente tabella:

Periodo Capitale residuo Importo rata Quota interessi Quota capitale
0 5.000,00 € 0,00 € 0,00 € 0,00 €
1 4.795,67 € 212,74 € 8,41 € 204,33 €
2 4.590,99 € 212,74 € 8,06 € 204,68 €
3 4.385,97 € 212,74 € 7,72 € 205,02 €
4 4.180,61 € 212,74 € 7,38 € 205,37 €
5 3.974,90 € 212,74 € 7,03 € 205,71 €
6 3.768,84 € 212,74 € 6,68 € 206,06 €
7 3.562,44 € 212,74 € 6,34 € 206,40 €
8 3.355,69 € 212,74 € 5,99 € 206,75 €
9 3.148,59 € 212,74 € 5,64 € 207,10 €
10 2.941,14 € 212,74 € 5,29 € 207,45 €
11 2.733,35 € 212,74 € 4,95 € 207,79 €
12 2.525,20 € 212,74 € 4,60 € 208,14 €
13 2.316,71 € 212,74 € 4,25 € 208,49 €
14 2.107,86 € 212,74 € 3,90 € 208,84 €
15 1.898,67 € 212,74 € 3,54 € 209,20 €
16 1.689,12 € 212,74 € 3,19 € 209,55 €
17 1.479,22 € 212,74 € 2,84 € 209,90 €
18 1.268,97 € 212,74 € 2,49 € 210,25 €
19 1.058,36 € 212,74 € 2,13 € 210,61 €
20 847,40 € 212,74 € 1,78 € 210,96 €
21 636,08 € 212,74 € 1,43 € 211,32 €
22 424,41 € 212,74 € 1,07 € 211,67 €
23 212,38 € 212,74 € 0,71 € 212,03 €
24 0,00 € 212,74 € 0,36 € 212,38 €
 Chiaramente questa è solo una ipotesi da verificare con una fiananziaria, tuttavia abbastanza realistica.
Chi percepisce una pensione di invalidità dunque è in grado di accedere ad un finanziamento che non sia superiore a una certa cifra, o meglio la rata del rimborso non superi un terzo dell’importo che mensilmente percepisce per questa invalidità.prestito-pensione
Siamo consapevoli che solitamente questi vitalizi sono abbastanza bassi e se rappresentano l’unica entrata familiare anche rinunciando solo al 30% per pagare una eventuale rata potrebbe significare andare incontro a grandi sacrifici economici. D’altro canto l’istituto finanziario che ha erogato il finanziamento molto difficilmente potrebbe rivalersi su un soggetto che percepisce una somma cosi bassa, dunque sarebbe a serio rischio di perdita. Ecco perché per entrambi i soggetti l’ideale sarebbe poter disporre su un altro reddito; non è raro che la persona invalida sia assistita da un parente stretto, in questo caso firmando in solido il contratto di finanziamento oppure l’uno facendo garante dell’altro, la procedura di erogazione del prestito risulterebbe senza dubbio facilitata.
Richiedi un preventivo SUBITO senza impegno