Il prestito INPDAP è concesso ai dipendenti pubblici che fanno riferimento a questo ente per la pensione. Gli iscritti all’INPDAP possono usufruire di condizioni di finanziamento eccezionali perché l’ente ha stretto accordi con i più importanti enti creditizi e garantiscono la restituzione del prestito mediante un fondo di garanzia per le prestazioni creditizie e sociali.
I prestiti sono erogati anche direttamente dall’INPDAP a tutti i dipendenti pubblici, sempre a tassi agevolati e sempre con fondi dell’ente stesso.
Quindi se siete dipendenti statali, anche se iscritti all’INPS o altri enti creditizi, potete accedere a questi finanziamenti a tassi eccezionali presentando come garanzia solo lo stipendio statale.
L’acquisto della casa con un mutuo INPDAP, soprattutto quando è la prima, è un momento molto importante nella vita di una persona. Non è certo un caso, infatti, che l’83% delle famiglie italiane risieda in un’abitazione di proprietà. È un momento in cui entrano in gioco diverse componenti, che agiscono spesso in maniera poco armonica e che vedono qualche volta prevalere la parte emotiva di ciascuno rispetto a quella razionale.
Attenzione: lasciarsi prendere dall’entusiasmo potrebbe rivelarsi il tipico errore che si scopre troppo tardi, cioè quando non c’è più niente da fare. Considerando l’importanza della scelta di un mutuo INPDAP e quanto questa possa incidere sul proprio bilancio e quindi sul tenore della propria vita per molti anni, è fondamentale non perdere di vista proprio gli aspetti più razionali, che appaiono magari meno gratificanti nell’immediato, ma che sicuramente faranno sentire i loro benefici nel tempo.

Per ulteriori informazioni e per sapere i tassi applicati vi consigliamo di consultare il sito ufficiale www.inpdap.it