Richiedi un preventivo SUBITO senza impegno

Il mondo dei prodotti creditizi è vario e le banche dispongono di offerte indirizzate a vari soggetti (imprese, privati, organizzazioni) e vari importi, per scopi del tutto differenti! Scopriamo in cosa consiste il “prestito personale”, come richiederlo e come fare in modo che la richiesta vada in porto!

Il prestito personale è la forma più diffusa di piccolo prestito bancario che prende nomi diversi nella pratica bancaria come credito personale, piccolo credito, prestito famiglia, prestito vacanze, credito mobili ecc. E’ un’anticipazione fissa, cioè di importo unico versato dalla banca da rimborsare a rate costanti. Fa parte della famiglia dei finanziamenti non finalizzati, cioè in quelle operazioni di prestito differenti dall’acquisto di un certo prodotto e/o servizio.

Come ottenerlo

Se la domanda di prestito viene accolta, l’emissione della cifra arriva di solito nelle disponibilità del beneficiario e non a un venditore, come accade invece nei prestiti finalizzati.
Per questo motivo viene anche definito prestito diretto o prestito personale diretto. In questo genere di operazione, non è prevista la presenza di un qualcosa di valore atto a funzionare da garanzia per l’eventuale non restituzione della somma da parte del debitore, come avviene nel caso del mutuo, con l’ipoteca sull’immobile. Ciò rende questa tipologia di prestiti potenzialmente rischiosa per l’istituto finanziatore.
prestito personaleEcco perché, per quanto si tratti di un finanziamento non finalizzato, in alcuni casi l’ente erogatore può domandare al richiedente di rivelare come vuole impiegare la somma o di fornire una lista delle spese da sostenere, magari anche firmato dal venditore della merce o del servizio. In queste situazioni non ci sono contatti tra i documenti di finanziamento e documenti di acquisto e neanche c’è una relazione di lavoro tra negoziante e banca.

Attenzione. È importante tenere presente che, per gli istituti eroganti, i prestiti personali non sono tutti uguali. Dichiarare la finalità cui si intende destinare il prestito è fondamentale anche per poter accedere a finanziamenti più convenienti, a partire dal tasso. Gli istituti, infatti, considerano meno rischiose certe tipologie di finanziamento rispetto ad altre e quindi applicano tassi e condizioni diversificate.

A chi richiederlo

Il primo pensiero dovrebe andare alla propria banca, che conosce lo stato della nostra liquidità e il flusso di entrate e uscite; potebbe tuttavia non essere la soluzione migliore nei casi in cui:

Richiedi un preventivo SUBITO senza impegno
  • non conviene far conoscere all’istituto il proprio flusso di liquidità (pagamento di affitto, mantenimento di una ex-moglie);
  • la banca presso cui teniamo il conto corrente non eroga la tipologia di prestito che ci interessa (per esempio le banche online di solito propongono solo alcuni tagli o addirittura solo le carte revolving che hanno tassi altissimi)
  • le condizioni proposte dalla banca non ci soddisfano, dopo aver preso coscienza delle altre offerte presenti sul mercato

Dunque un secondo step potrebbe essere quello di confrontare le offerte degli istituti concorrenti. Recarsi fisicamente in una banca che non ci conosce potrebbe essere una grande perdita di tempo, ma sicuramente da un volto e una voce immediata ad una richiesta; in questo caso una certa sicurezza e disinvoltura potrà fare la differenza con un funzionario di banca che dovrà inoltrare la richiesta accompagnata da una sua valutazione sulla persona che ha incontato e sui motivi che sono dietro alla richiesta di finanziamento.

Una terza possibilità è quella di esplorare le offerte online, che sono standard e non permettono una “personalizzazione” che potrebbe avvenire in una sede fisica ma hanno il vantaggio di essere facilmente consultabili e confrontabili. Gli istituti che permettono una facile consultazione online sono ad esempio:

http://www.findomestic.it/prestiti-personali
https://www.agosweb.it/prestiti/personali
https://www.compass.it/prestiti-personali.html

Ognuno di essi propone un calcolatore online che permette l’immediato calcolo dell’eventuale rata e piano di ammortamento, sulla base dell’importo e del periodo di restituzione desiderato.

Gli elementi del contratto di Prestito

Le norme sul credito al consumo stabiliscono che un contratto di finanziamento personale deve essere redatto per iscritto (altrimenti è da considerarsi nullo) e contenere i seguenti elementi:

Il contratto di finanziamento personale è regolato dalla legge e deve avere alcuni elementi imprescindibili altrimenti è da considerare non valido:

  •  società che emette il finanziamento;
  •  il tasso di interesse praticato (Tan);
  •  dettaglio di tutti i costi relativi al prestito;
  •  somma erogata;
  •  piano di ammortamento;
  •  il tasso annuo effettivo globale (Taeg*);
  •  dettaglio dei casi in cui si può verificare una modifica del suddetto Taeg;
  •  tutte le garanzie presentate dal richiedente;
  • assicurazione sul credito;
  • termini e modalità di rimborso anticipato

Il TAEG* (tasso annuo effettivo globale), è lo strumento fondamentale per comparare i prestiti: è l’unico indice che rappresenta il costo totale del contratto a carico del cliente e che comprende gli interessi come pure tutti gli altri costi da sostenere (oneri bancari, commissioni di incasso rata, spese di perizia, spese per la pratica, polizze di assicurazione, il costo di eventuali intermediari creditizi e le altre spese del contratto). Più basso è il Taeg, migliore sarà il finanziamento!

Richiedi un preventivo SUBITO senza impegno